Grazie #OraPiuCheMai
Ora, più che mai, grazie!
31 Maggio, 2020
Vedi Tutti

Robot Tim a CasaOz: così accorciamo le distanze

robot tim CasaOz

È partito il progetto che rientra all’interno della campagna di solidarietà digitale e innovazione di “Torino City Love” e di cui fanno parte TIM, Comune di Torino, Città della Salute e CasaOz.

Nell’ambito dell’iniziativa, Tim ha fornito a CasaOz un servizio di telepresenza e video-comunicazione attraverso la sperimentazione di robot Double Robotics (DOUBLE3).
Si tratta di robot guidati da remoto per telepresenza in alta definizione in modo da consentire un contatto costante in video-comunicazione con chi è lontano. Grazie all’impiego dei robot, i bambini, le mamme e tutti gli altri operatori delle strutture interessate, impossibilitati a ricevere visite a causa delle disposizioni sul distanziamento sociale per il Covid-19, possono mantenere quotidianamente un contatto “umano” con i propri affetti che si trovano a casa o con alcuni specialisti operanti in altre strutture.

Ad esempio, i piccoli ospiti di CasaOz, ricoverati in ospedale, possono partecipare ad attività formative o ludiche proposte dagli educatori e continuare ad “avere vicino” i loro educatori e compagni di gioco, con i quali tramite gli applicativi di video chiamata ad alta definizione possono interagire. In altri casi, gli ospiti delle ResidenzeOz possono videochiamare, con il supporto degli educatori, gli amici conosciuti durante le attività diurne di CasaOz, quindi bambini e ragazzi di Torino o comuni limitrofi che oggi sono costretti a stare a casa propria, non potendo frequentare la casa a causa dell’emergenza covid-19, oppure video dialogare con i parenti lontani che non possono per il momento raggiungerli a Torino per fare loro visita.

TIM, oltre ad aver messo a disposizione questi innovativi apparati robotizzati connessi, ha provveduto anche a formare alcuni operatori delle strutture ospedaliere e di CasaOz nella gestione dei singoli dispositivi e garantirà, per tutta la durata della sperimentazione, che si concluderà in autunno, un’assistenza tecnica da remoto.