DAL 3 maggio 2007 abbiamo accolto e aiutato 0 persone

La Casa secondo i suoi architetti

In un contesto ambientale di pregio, idealmente lontano dall'immagine di un ospedale, almeno considerando la consueta tipologia insediativa ospedaliera. L'accessibilità a CasaOz può avvenire pedonalmente mediante il sistema di piste ciclabili lungo il fiume Po, presenti su entrambe le sponde, e mediante la viabilità ordinaria, essendo l'area direttamente adiacente a corso Moncalieri. La forma dell'edificio è ispirata al prototipo della casa nell'immagine, forse anche un po' anacronistica, che ne hanno i bambini: volume contenuto, tetto con due spioventi contrapposti, porte e finestre distinte e leggibili, materiali consueti, un camino.

 

La casa dovrà evocare lo spazio domestico sia dall'esterno che al suo interno, trasformando l'aggregazione di funzioni diverse, anche complesse, quali accoglienza, ospitalità, assistenza, consulenza psicologica, sostegno alle famiglie e ai bambini, in un contesto amichevole e accogliente, che possa essere intimo e riservato ma anche aperto al confronto e alla socializzazione in funzione delle diverse necessità. Le persone che frequentano la casa, siano essi genitori o bambini, devono semplicemente incontrare un'atmosfera di benvenuto, considerando che essi si trovano in grave difficoltà a causa della malattia infantile.

 

L'impostazione del fabbricato è semplice, con un corpo di fabbrica principale a due piani, orientato verso il fiume e volumi regolari trasversali più bassi, modulati come cassetti colorati variamente estratti in relazione alla forma triangolare del lotto. La copertura a doppia falda sporge oltre le testate del corpo principale, suggerendo l'immagine di un riparo; il colmo del tetto è marcato, come una chiglia forte, che struttura l'impianto, caratterizzato anche all'interno dalle capriate reticolare in legno.

 

Le prestazioni degli elementi di involucro sono elevate, con l'obiettivo di soddisfare il fabbisogno energetico della casa ad emissione zero, sfruttando fonti rinnovabili. Questo progetto si è rilevato un'occasione un po' speciale, nel senso che ha stimolato maggiormente la volontà di sintesi, di risposte semplici e mirate al tema piuttosto che l'esplorazione di idee che si ha curiosità di verificare in concreto, come talvolta accade istintivamente nella progettazione. Si è quindi cercato deliberatamente di rinunciare a richiami estetici e compositivi accattivanti, per rimanere il più possibile aderenti agli obiettivi principali del progetto.

Per informazioni e donazioni offline con bonifico bancario o versamento postale, potete chiamare lo 011.6615680 e 328.5427175

Diventa volontario

Bomboniere Solidali

5x1000