DAL 3 maggio 2007 abbiamo accolto e aiutato 0 persone

Bilancio

L’intervento di CasaOz nel 2016 - clicca qui per visionare il bilancio 2016  -

Nel corso del 2016 CasaOz ha seguito presso la sua sede 538 persone, fra adulti e bambini, offrendo servizi di accoglienza diurna a 506 persone e ospitalità notturna a 66, per un totale di circa 12.000 passaggi/momenti di incontro.

 

 

Gli ospiti di CasaOz sono di origine:


italiana, rumena, nigeriana, marocchina, albanese, peruviana, egiziana, serba, Tunisia, bosniaca, brasiliana, camerunense, iraniana, montenegrina, siriana, cinese, colombiana, congolese, coreana, croata, filippina, irachena, moldava, polacca

 

Alcuni approfondimenti:

 

339 tra bambini e ragazzi hanno beneficiato dell’accoglienza diurna: di loro 220 seguono cure mediche (di questi la maggioranza non è ospedalizzata) e gli altri 119 sono fratellini sani, figli di genitori malati, ma anche bambini del territorio che non vivono situazioni di malattia all’interno del loro nucleo familiare.

Sono stati organizzati circa 500 appuntamenti laboratoriali (in media 14-15 a settimana) per adulti e bambini su varie tematiche (teatro, cinema, cucina, creatività, musica, argilla, arteterapia, nuoto, shiatsu, gioco motoria, pattinaggio su ghiaccio, radio e coro, cucito e découpage per le mamme). Molti di questi sono stati aperti anche al territorio e con l’intento di favorire la creazione di un contesto di normalità. Si evidenziano i laboratori sulle emozioni che hanno coinvolto 26 classi delle scuole primarie della zona.

A 65 famiglie è stato offerto un servizio di orientamento sul territorio per identificare risorse adeguate ai loro bisogni e a 50 sono stati regalati due brevi soggiorni (in montagna e al lago).

Agli ospiti che non possono raggiungere CasaOz autonomamente è stato garantito il trasporto da CasaOz con i mezzi dell’Associazione.

17 nuclei familiari provenienti da varie zone d’Italia e del mondo (anche Siria, Ucraina, Serbia e Venezuela) per far curare i propri figli presso gli ospedali dalla città sono stati ospitati nelle 4 ResidenzeOz per circa 200 settimane di residenzialità.

L’Estate Ragazzi 2016 ha garantito l’accoglienza a 100 minori, tra cui anche ragazzi del territorio ed alcuni peer educator.

I ragazzi e le famiglie di CasaOz hanno partecipato a varie iniziative ricreative e culturali organizzate presso MagazziniOz.

Attraverso il progetto Siblings si sta offrendo un percorso che offre un sostegno mirato a fratelli e sorelle sani di ragazzi malati e ai loro genitori (coinvolte 8 famiglie).

Nel secondo semestre ha preso avvio il progetto di accompagnamento all’autonomia abitativa e di inserimento sul territorio rivolta a 14 ragazzi grandi di CasaOz (età 17-26 anni).

CasaOz ha consolidato la progettualità con altri enti:

il progetto “Autismo in età prescolare” in collaborazione con l’Ospedale San Camillo, l’ASL TO1 e l’Associazione Con-Tatto;• il progetto di accompagnamento psicologico per famiglie con figlio che deve affrontare o ha affrontato un trapianto di fegato e il progetto SPIN (Sportello Informativo con finalità di informazione sociale) entrambi in partnership con AITF Bimbi Onlus e OIRM;

il progetto “Un Ponte tra ospedale e territorio” in partnership con NPI-OIRM, Cooperativa Mirafiori, Scuola in Ospedale, ASL TO1 e con la collaborazione del Museo Nazionale del Cinema;

grazie al progetto di formazione professionale ed inserimento lavorativo, in collaborazione con la cooperativa ORSO per giovani disabili o affetti da patologie croniche o invalidanti, 6 ragazzi continuano a lavorare presso MagazziniOz e altri 12 hanno completato il percorso di formazione e tirocinio.

La maggior parte degli ospiti di CasaOz presentano patologie che richiedono un’assistenza multidisciplinare e multi professionale. Ad oggi più della metà degli ospiti presentano, inoltre, disabilità croniche. I bambini necessitano delle cure delle seguenti specialità pediatriche: cardiologia, cardiochirurgia, chirurgia, ematologia, gastroenterologia, nefrologia, neonatologia, neurochirurgia, neuropsichiatria infantile (disturbi dello sviluppo, disturbi neuromotori, patologie psichiatriche,...), oncologia, ortopedia, pneumologia, malattie genetico-metaboliche, immunoinfettivologia.

Nel 2016 il funzionamento di CasaOz è stato assicurato da 14 operatori qualificati e da circa 100 volontari, che si avvicendano nell'accompagnamento quotidiano delle attività e da amici che offrono, a titolo di volontariato, le loro competenze professionali.

Dalla sua apertura a fine dicembre 2016 CasaOz ha fatto registrare oltre 55.000 presenze e ha accompagnato circa 2.000 persone tra adulti e bambini. 

 

 

L’intervento di CasaOz nel 2015 - clicca qui per visionare il bilancio 2015  -

Per informazioni e donazioni offline con bonifico bancario o versamento postale, potete chiamare lo 011.6615680 e 328.5427175

Diventa volontario

Bomboniere Solidali

5x1000